Fare l’amore e fare sesso

Quella ginnastica sessuale che la maggior parte delle persone fa non ha nulla in comune con la vera sessualità, che è in grado di portare l’uomo all’illuminazione e donargli stati cosmici [stati di coscienza alti, infinitamente amorevoli – nda].

Come fai a capire se hai fatto l’amore o solo sesso?! Semplice, se dopo l’atto sessuale tu (o uno di voi) ti senti debole e vuoi dormire, significa che hai perso energia e non l’hai ricevuta. [L’amore ti carica, il sesso ti svuota. – nda]

Dopo una corretta unione in amore, l’uomo sente una grande ondata di energia, vuole creare. E la donna dopo una corretta unione sessuale è con la coscienza in altre dimensioni, è in uno stato di piacere sconfinato e il suo orgasmo può durare anche delle ore. Un tale effetto benefico di un tale atto ha la durata di un mese. Cioè, il potere del piacere dell’essere umano dopo tale unione è così grande che spesso cade in lui il bisogno di sesso, il che diventa molto favorevole. Perché il nostro corpo non ha bisogno di rapporti sessuali multipli. Per produrre una goccia di seme maschile occorre 1 litro di sangue. Per questo, il corpo ha bisogno di fino a 30 giorni. Se un uomo perde spesso (spreca) il seme, il suo corpo inizia a prendere energia dal cervello.

Per questo motivo la memoria dell’uomo si indebolisce, e col tempo la sua ragione diminuisce. Secondo gli antichi insegnamenti tantrici, l’uomo deve entrare nella donna solo con il desiderio e consenso della donna stessa, quando inizia il gioco dell’amore. Se la donna vuole davvero l’uomo e non solo ha risposto al suo desiderio, allora è in grado di donargli il Cosmo, lui sarà riempito di energia divina durante l’atto. La donna è 9 volte più erotica dell’uomo, il che significa che ha bisogno di molto più tempo per soddisfare i suoi bisogni, attraverso i preliminari che l’uomo ha bisogno di iniziare qualche giorno prima dell’atto. – Scritto da Oxana Ionascu, coach in femminilità, traduzione e adattamento dal romeno di Gabriela Balaj

Leggi anche L’ENERGIA SESSUALE DELLA DONNA

“Pochi secondi dopo avere fatto sesso gli uomini possono perdere gran parte del loro interesse per la donna – e per molte ore o anche giorni dopo. Le donne governano… ma in generale non esercitano esplicitamente il loro potere sugli uomini. Il risultato è che gli uomini corrono dilaganti in uno strano caos. Senza la guida di una Donna matura, gli uomini sono persi. La disciplina sessuale, avviata dalla donna in una relazione monogama con un maschio, risolve il problema dell’ego maschile, il problema della violenza maschile, il problema della solitudine maschile, il problema dell’ostinanza maschile, il problema dell’esaurimento energetico maschile, il problema dell’ejaculazione prematura maschile, il problema dell’inattentezza sessuale maschile per la sua partner femminile, il problema dell’inattentezza generale maschile per la sua. In sostanza, quindi, il controllo femminile della sessualità maschile risolve il problema della ferocea maschile, in realtà “creando civiltà”. Il controllo femminile della sessualità maschile porta ad avere una società pacifica incapace di guerra. Fino ai tempi moderni, le donne hanno iniziato gli uomini in uno stile di vita sessuale basato sulla conservazione del seme. Gli uomini non possono farlo da soli, in generale, perché la bellezza della Dea è troppo sopraffinata. La bellezza femminile ogni giorno sopraffa la visione del maschile, e il suo seme viene versato. Le donne hanno bisogno di trasformare il culto della bellezza maschile in un atteggiamento disciplinato da parte del maschio verso il rovesciamento di seme. La donna deve fissare confini ragionevoli ed incoraggiare gli uomini con una guida ferma ad astenersi dall’eiaculazione, tranne che in caso di procreazione o in occasioni speciali decise dalla femmina. Il controllo femminile della sessualità maschile è la soluzione a così tanti problemi. Per questo motivo chi governa il mondo attraverso controllo ed inganno manipolativo ha dovuto mantenere questa saggezza segreta per secoli e oggi come non mai attraverso cinema e porno propaga l’opposto. Cos’è questo segreto? La donna è sempre stata iniziatrice del sesso, la prima insegnante e guida costante degli uomini nell’arena sessuale. La donna è sia il Tempio che la Sacerdotessa, e l’uomo viene da lei per sapere. Gli uomini si astengono dall’eiaculazione prima dei concorsi sportivi, per rivendicare la loro piena energia maschile nell’arena gladiatoriale, onorando così il loro avversario e se non si astengono dall’eiaculazione nell’arena sessuale, disonorano sia la loro partner che se stessi.”

Scritto da Jock Doubleday – Autrice del libro “Dea : Le 13 antiche leggi della Donna”, traduzione dall’inglese di Gabriela Balaj

La sessualità non deve essere evitata o repressa, ma rispettata come un mezzo che ti permetterà di conoscere meglio la persona amata. L’unica speranza di salvezza per l’umanità risiede nella liberazione della sessualità, sulla quale bisognerebbe imprimere il marchio della sacralità. Innanzi tutto bisogna iniziare a considerare il proprio corpo come qualcosa di sacro. La parte intima è la più sacra perché è proprio lì che ha luogo la riproduzione, la creazione, la rigenerazione e l’alchimia spirituale. È da lì che si dipartono tutte le energie che muovono l’essere vivente. – Hernan Huarache Mamani, La profezia della curandera

E’ attraverso il nostro corpo che realizziamo che siamo un frammento di luce divina. La nostra yoni è la nostra centrale “atomica” dove riesiede la nostra intuizione, dove possiamo rilasciare molta vergogna e sentirci libere. Alle Porte del Cosmo inizia il nostro VALORE . – Gabriela Balaj