Coppia, come comunicare Bene nella Relazione

Il tiro con l’arco ci insegna come cercare la verità. Quando l’arciere fallisce, non incolpa gli altri, ma cerca in se stesso la causa.

Confucio

Molte persone credono di dover cambiare per mettere ordine nella propria vita ed essere finalmente felici. E per fare questo cercano le figure dei salvatori, quelle figure da mettere sul piedistallo, maestri, guru, terapeuti, coach e altre figure pubbliche che possano secondo loro cambiarli dall’esterno, semplicemente con la loro presenza, oppure con la terapia verbale a pagamento, con l’ascolto, oppure con un loro abbraccio, l’esempio lampante sono quelli in fila ogni anno da una certa “santona” Amma a farsi abbracciare e magari a casa non toccano i propri famigliari.

Photo by RODNAE Productions on Pexels.com

Ora ti dico una cosa che potrà risultare dolorosa per te. Nessuno potrà cambiarti. Nessuno al di fuori di te potrà trasformarti. Alla gente non piacerà sentire questa verità, vogliono la figura del salvatore, di qualcuno che fa per loro. Bene. Quello che faccio è aiutarli a prendere consapevolezza e sviluppare una relazione con se stessi in modo che possano vivere con responsabilità. Do loro degli strumenti, ma lo ripeto sempre, non sono attrezzata per i miracoli e se qualcuno ti dice che lui è in contatto con certe potenze misteriose e che ti fa dei miracoli, stai sereno/a, costui è un ciarlatano.

Photo by Jonathan Borba on Pexels.com

Io, ad esempio, sono la stessa persona che ero molti anni fa, ho soltanto acquisito più consapevolezza. Adesso parlo davanti a molte persone, ma quella bambina timida che in me aveva il timore di parlare in pubblico è ancora lì che trema e suda freddo. Ma ci sono riuscita. Non posso cambiarla. Lei avrà sempre timore (da notare che evito la parola paura), ho curato questo aspetto dentro di me, trovato la compassione e la comprensione per la mia bambina interiore, praticando e trovando il coraggio di essere così come sono, di fronte alle persone. Io non controllo L’EMOTIVITA’, non controllo la mia femminilità, non reprimo. Non dobbiamo mai controllare le nostre emozioni, non dobbiamo reprimerle, dobbiamo solo adattarle. Ciò richiede il sostegno degli altri. Ciò richiede che gli altri ti possono accettare e contenere per quello che sei.

LA DONNA RIESCE AD APRIRSI E FIORIRE IN TUTTO IL SUO SPLENDORE, IN TUTTA LA SUA FEMMINILITA’ ACCANTO ALL’UOMO CHE LA SOSTIENE, ACCANTO ALL’UOMO CHE LA CONTIENE EMOTIVAMENTE ED E’ LA’ ACCANTO, PER LEI.

“Cambiamento” è una parola molto pericolosa, così come il termine “felicità” e la parola “paura”. Preferisco sostituirle con alcune parole più leggere e meno pericolose. Ti propongo di fare questo esercizio. Di ‘alcune volte, con sicurezza, FORTEMENTE O LENTAMENTE, delle frasi del genere: “MI FIDO DEL MIO TIMORE! MI FIDO DELLA MIA EMOTIVITA’! MI FIDO DEL MIO INTUITO!”

Le relazioni sono la cosa più importante che noi esseri umani abbiamo. Nell’ultimo anno è venuto fuori per molte coppie la dura verità: sono in coppia ma non sanno stare in relazione emotiva, intima, amicale e progettuale insieme. Molti hanno scoperto che non riescono a convivere insieme al partner h24 per un mese senza litigare, senza conflitti. Durante questo periodo è venuto fuori la verità: molti non sono affatto impegnati in coppia, si ritrovano in una coppia mentre vorrebbero essere altrove, si sentono oppressi dal parner ecc.C’è una legge divina che dice: l’uomo deve agire, la donna deve ispirarlo ad agire. Ricorda, l’uomo non può leggere i tuoi pensieri e non ha la chiaroveggenza, non metterlo in condizioni dove deve indovinare. Ti arrabbi senza motivo?

Il modo più semplice e sicuro è dirgli quello che vuoi. Parla con lui di più di ciò che ti piace e di ciò di cui hai bisogno per essere felice.”Se l’uomo vuole davvero stare con te, si prenderà cura di te. “Il problema delle donne “indipendenti” è proprio qui: non permettono all’uomo di prendersi cura di loro ( e quindi di fare lui l’uomo) perché loro a tutti i costi sono donne emancipate “indipendenti” in carriera e con responsabilità (in altre parole fanno loro l’uomo). Il problema con le donne moderne è che sono troppo indipendenti e mentre “lottano” per vivere in quella modalità perdono la femminilità. Devi imparare ad essere fragile e morbida all’esterno (ciò implica proprio che sei forte interiormente), impara a dare all’uomo la possibilità di fare delle cose per te, di venire verso di te, di prendersi cura di te. L’uomo nella vita della donna deve risolvere i suoi problemi, non crearli. Se il sesso è l’unica ragione del vostro appuntamento, tieni presente che la relazione è senza prospettiva, state usando solo il 33,33% del potenziale di coppia.

Dopo circa 3 mesi da quando vi siete conosciuti devi vedere se ha intenzioni davvero serie:

  • Ti ha presentato alla sua cerchia di amici, ti ha presentato ai tuoi genitori? Sei andata a casa sua? Allora si, lui ha intenzioni serie, ti sta includendo nella sua vita.
  • Se l’uomo sta parlando del futuro (non necessariamente del matrimonio e della famiglia), se parla di progetti in comune, ha intenzioni buone.
  • I GESTI urlano molto più di qualsiasi parola scritta o detta! Tutto ciò che scriviamo qui, persino queste righe arrivano poco e in maniera distorta, arrivano per il 5-7% a chi lo legge e sarà filtrato ed interpretato in base alla sua capacità di comprensione.
  • La BUONA e SANA COMUNICAZIONE include sia il linguaggio del corpo nella percentuale di 55%, sia il paraverbale nel 38%, sia la parola in sè del 7%. Per questo motivo è importante limitare al massimo la scrittura e la comunicazione via chat. Se avete delle cose importanti da dire e da donare, trovate il modo per darle negli appositi spazi.Per creare nelle nostre vite delle buone e sane relazioni, iniziamo col creare una comunicazione sana. Ecco alcuni suggerimenti e strategie per COMUNICARE BENE con lui che ho trovato nei libri di kabbalismo e in altre culture:
  • Sii chiara e diretta, non manipolare; chi è sincero è DAVVERO POTENTE perchè non manipola;
  • Scrivigli meno di quanto scrive lui a te; tu scrivi rispondendo a lui, ma l’iniziativa la deve avere sempre lui;
  • Rispondi più difficilmente di lui;
  • Il primo e l’ultimo messaggio devono essere i suoi;
  • Non rispondere immediatamente con un si se t’invita ad uscire, anche se non hai nulla da fare quel giorno, dirai che puoi solo un altro gg;
  • Vi dovete vedere di persona, molte volte !Non sostituite la comunicazione scritta o video con la comunicazione dal vivo;
  • Evita di comunicare in chat per ore, nella chat si comunica al massimo 30 minuti al gg;
  • Ignoralo se scompare. Ricorda che LE BRICIOLE NON SAZIANO, IL VALORE SEI TU, SE NOTI CHE LUI NON E’ DISPOSTO AD ESSERE ACCANTO A TE E SI TIENE ALTRE RELAZIONI IN PIEDI – IMPARA A DIRE ADDIO.
  • Altro nei miei e-book DONNE MUSE & MASCHI ALFA(gratuito scaricabile dalla home di questo sito) e L’ESSENZA FEMMINILE (acquistabile dallo shop) e nei perCORSI ACCADEmia Femminilità by Gαbriєℓα Bαℓαj

Per l’uomo è più importante avere il rispetto, l’ammirazione e la stima della propria partner rispetto al sentirsi amato e coccolato. Per noi donne è più importante proprio il sentirsi amate, viste, accettate e onorate. L’uomo è mentale, la donna è sentimentale. La chiave per andare d’accordo è la conoscenza, quindi IL DIALOGO, comunicare bene. “Quando in una coppia si instaura la mancanza di comunicazione, i due possono fare un primo passo che consiste nel rispondere, prima da soli, poi insieme, alle seguenti domande:Quali sono le aspettative più importanti che ho dall’altro?

Quali sono le cose che offro solo al mio partner e a nessun altro?

Quali sono le mie aree di intolleranza e vulnerabilità?

Quali sono i punti sensibili che una volta toccati, mi feriscono, mi destabilizzano e mi fanno semplicemente scalare le pareti?Stabilite queste cose, i due partner scopriranno che ci sono molti o pochi punti di convergenza tra ciò che hanno da offrire e aspettative, tra aspettative e aree di intolleranza!” ~ Jacques Salomé

Siamo esseri relazionali progettati per vivere in coppia, in famiglia, in gruppi, in connessioni con altri. Imparare a condividere è essenziale per costruire questo spazio di connessioni, relazioni, scambi che creerà più umanità.

Nelle relazioni umane ciò che tiene insieme due persone non è solo l’amore reciproco, non sempre l’amore basta. In una relazione siamo sempre in tre: io, l’altro e il rapporto stesso che amo paragonarlo ad una donna incinta, che ha la precedenza ovunque. Questa precedenza ci permette di muoverci l’uno verso l’altro e di mantenere la relazione viva, accesa e non spenta, morta. In questa relazione, ogni protagonista è responsabile del ferire la relazione e del portare al fine la relazione. La relazione è basata su reciprocità, ciò significa che tutti sono responsabili del mantenerla in ottima salute, dipende da tutti come se ne prendono cura. Per tutta la nostra esistenza, una relazione deve essere mantenuta, nutrita con messaggi positivi, gratificanti, rinvigorenti, di sostengono, senza messaggi tossici che potrebbero altrimenti avvelenare la quotidianità e ferirla. Non è solo l’affetto che tiene insieme due persone, ma la qualità del rapporto che si propongono entrambi e che curano insieme. La qualità del rapporto devi paragonarlo alla qualità di vita della metaforica donna in dolce attesa, che entrambi contribuiscono a farle fare.

Photo on Pexels.com

In ogni fase della vita di una relazione amichevole, romantica o di coppia, nei momenti di crisi che stanno attraversando accade un’evoluzione. Ogni conflitto viene risolto attraverso la comunicazione chiara, sincera e corretta, con molta buona volontà e rispetto. E’ essenziale trovare il tempo per ascoltare l’altro e soprattutto osare ad esprimere a parole ciò che senti, ti apri a un riadattamento comportamentale, ti mostri vulnerabile e accogli l’altro nelle sue parti fragili. Ciascuno dei protagonisti potrà così ridefinire le sue aspettative, il suo contributo, i suoi ambiti specifici d’intolleranza. Questo approccio rimarrà positivo e creativo per adattare e riadattare la relazione, per stimolarla, per darle una nuova armonia e durata nel tempo, per andare in profondità.

Photo by Alex Green on Pexels.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...