Chiarogusto

IL SESTO SENSO DEL PROIETTORE – DISTINGUERE IL GUSTO DEL SUCCESSO DALL’AMAREZZA

In questi mesi ho scoperto e imparato ad usare il gusto e la mia amarezza come strumento di navigazione per questo viaggio chiamato vita! L’amarezza è il mio tema personale come proiettore donna 5/1. La firma dei proiettori è il SUCCESSO e se non hanno successo a qualsiasi livello puoi immaginare, loro sperimentano l’amarezza.

Ascoltare ciò che ha da trasmettermi la mia amarezza è una delle parti più importanti e trasformative del mio viaggio. Ho imparato a fare attenzione e non fare nulla sotto pressione. Ora so quali cose mi fanno cadere più a fondo nell’amarezza, e quali la estinguono. Queste sono le cose più importanti da conoscere se sei un proiettore.

Sentirsi invisibile, non apprezzata, esaurita o semplicemente stufa, annoiata.

Come si arriva a quell’amarezza? Quando ci dimentichiamo di fermarci o di fare pause. Quando ci sovracarichiamo d’impegni. Ogni volta che dimentichiamo che il nostro corpo ha bisogno di molto più riposo, sonno, silenzio rispetto agli altri. Anche quando si inizia, si va alla ricerca o si risponde quando nessuno ci chiede. Ho spesso anni a commentare sui social inutilmente, risultato = amarezza e perdita di energia.

Anche nelle relazioni di coppia i proiettori non sono qui per cercare, iniziare o scegliere loro. Sono qui per essere trovati, sta a loro dire poi si o no agli inviti che ricevono. Quindi siamo qui per essere riconosciute, viste ed invitate, ma attenzione a non farsi succhiare nelle relazioni sbagliate, tossiche, abusive. Evitare anche di dare troppo, per alcuni la nostra energia può essere soffocante, ad alcuni dobbiamo dare con il contagocce altrimenti si sentono annegati. E non ci possiamo permettere di circondarci e fare amicizia con le persone sbagliate.

Tutto questo è sufficiente per innescare le prime note di quel sapore, quell’amaro in bocca che ho sperimentato…Eppure, con il tempo, ho notato che quell’amaro, così come il gusto dolce che sento quando sono in allineamento con il mio vero essere, sono i miei alleati inestimabili. Sono le bussole che mi indicano la strada. L’amaro mi indica che ho imboccato la via sbagliata, troppo lunga, stretta, scomoda o addirittura un vicolo cieco. La melassa mi indica che sono sul giusto cammino della mia anima. La strada è giusta e adatta a me, è giusta perché io sono in totale allineamento tra corpo-mente-spirito. E’ utile chiedersi ogni giorno: da 0 a 100, quanto mi sento amareggiata oggi? Di che cosa ho davvero bisogno oggi? Forse sarebbe meglio prendersi una pausa di qualche ora, andare a dormire alle 22:00, anche se per un essere generatore o manifestore sembra follia – per noi proiettori è pura vitale necesità. Forse sarebbe utile prendermi alcuni giorni liberi, ripristinare la connessione con la natura, la musica, la meditazione o leggere un libro. Tutte queste attività che per l’80% degli umani sono perdità di tempo, per i proiettori sono VERA PRODUTTIVITA’. Noi mentre riposiamo e ci rilassiamo in verità ci CARICHIAMO e di conseguenza siamo più produttivi in seguito. Più siamo capaci di seguire i nostri RITMI, più sappiamo mantenerci allineati, meglio rispondiamo alla vita, più creatività, idee e soluzioni tiriamo fuori.

Quindi per me come proiettore donna è di vitale importanza:

  • Andare a dormire presto (possibilmente prima delle 23)
  • Lavorare solo quando ho molta energia (e in quei momenti sono davvero velocissima)
  • Mai far scaricare il serbatoio energetico sotto il 30%
  • Stabilire dei limiti precisi, parlare chiaro e rispettare i confini propri ed altrui
  • Riposare al primo segno di esaurimento
  • Attendere LA RICHIESTA PRIMA DI DONARE A CHIUNQUE LE CONOSCENZE E LE RISPOSTE CHE POSSIEDO

E ‘davvero così semplice. Eppure ci ho messo decenni per togliere i condizionamenti della società, essere nella mia AUTENTICITA’, come Essere UNICO, POTENTE, e seguire la mia autorità interiore.

Se vuoi scoprire la tua autenticità valuta il perCORSO uno a uno con me, TU VALORE.